Che cosa significa essere Avvocati?

Che cosa significa essere Avvocati?

Molti assistiti mi ringraziano e mi confidano poi il loro disagio per l’attività poco professionale di qualche collega che li ha trattati in precedenza più come clienti che come assistiti. Mi sono allora chiesto quale sia il ruolo dell’avvocato e in che cosa consista la mia professione che svolgo con tanta passione.

A questo interrogativo vorrei dare una risposta con le seguenti riflessioni che apertamente condivido.

“L’Avvocato deve essere prima di tutto un cuore: un altruista, uno che sappia comprendere gli altri uomini e farli vivere in sé, assumere su di sé i loro dolori e sentire come sue le loro ambasce” (Piero Calamandrei).

L’Avvocato deve essere quindi, seguendo le parole dell’insigne giurista, prima di tutto una persona di indole generosa, disponibile, altruista, con la quale ci si può confidare. Il modo di presentarmi e di relazionarmi con i miei assistiti, mostrando comprensione sul piano umano permetterli a loro agio, è sempre stata espressione questo imperativo morale.

Di fronte all’assistito l’Avvocato, prima di essere un tecnico del diritto, deve essere una persona con nobili sentimenti e valori. Dunque…

essere Avvocati significa amare il diritto, ma non inteso in senso tecnico, perché bisogna amare prima di tutto la Giustizia, che deve prevalere sul diritto quando questo non si conformi ad essa, e vi siano, nel patrocinio di una causa, princìpi costituzionali o di diritto comunitario superiori a una legge dello Stato;

essere Avvocati significa esercitare la propria professione con passione, la stessa che si ha per i casi umani che reclamano, appunto, giustizia;

e avere passione anche – questo significa essere Avvocati – per il progredire della società civile: l’esperienza umana non si modella sul diritto, ma è questo che si conforma alle esigenza dell’umanità e dei progressi della civiltà (ex facto oritur jus);

essere Avvocati significa sapere oltre il diritto, perché un buon avvocato è anche un intellettuale e, prima di tutto, come mi insegnò il mio compianto padre (www.aldobonomo.it), un uomo di cultura.

Avv. Giovanni BonomoCentro Culturale Candide    Milano, 6 gennaio 2015

Lucerna juris

Lascia un commento

Usiamo i Cookies per assicurarvi la miglior esperienza nel nostro sito. Se continui ad usare il nostro sito significa che sei d'accordo nell'utilizzo. Ok