Vite immortali, di Ettore Comi, Mursia ed. 2015. Resoconto della presentazione (11. 2.2016)

VITE IMMORTALI, di Ettore Comi, Mursia ed. 2015. Presentazione (11. 2.2016)

Trascrizione del discorso introduttivo 

L’incontro che ha segnato la riapertura, quest’anno, del salotto privato di Candìde, dopo gli incontri “esportati” al Valentino Vintage nello scorso anno con autorevoli scrittori, ha visto la partecipazione di vecchi e nuovi amici.

Ettore Comi ebbe uno straordinario successo con il romanzo precedente, Mistero al lago di Staz, da me presentato presso la Società Svizzera nel novembre del 2013 (http://www.ilibridiemil.it/images/Notizie_Eventi/2013/2013_14_11Bonomo.pdf) e riproposto al Valentino Vintage il novembre dell’anno successivo, insieme ad Andrea G. Pinketts (https://www.facebook.com/notes/giovanni-francesco-filippo-bonomo/resoconto-della-presentazione-di-mistero-al-lago-di-staz-lultima-regina-dellenga/10152829020598486).

Come ho spiegato in apertura della serata  – trovate la trascrizione dell’introduzione in calce alla presente – si tratta di un romanzo sul tema della vendetta, che trova nel fanatismo religioso un pretesto, una strada che ne segna il compimento, quindi di estrema attualità. I cultori di una Milano in gran parte inesplorata e ignota agli stessi propri cittadini, per richiamare l’iniziativa di successo (http://www.cittanascostamilano.it)  di un’amica di Candìde,  trovano godimento in questo romanzo anche per le citazioni dei monumenti e i richiami storici.

L’Autore ci ha raccontato – con lo sfondo delle foto sugli scenari engadinesi e del trenino rosso del Bernina, oggetto del romanzo precedente e della prossima mostra ispirata al primo romanzo –  la trama del thriller senza ovviamente svelarci il finale: molti sono stati, nella discussione successiva con gli invitati, i temi ispirati all’attualità e che trascendono il tema conduttore del romanzo. Quello della religione e della religiosità, ad esempio, ha suscitato interventi da parte di tutti e, in particolare, dello scrittore e storico Roberto Motta Sosa, nuovo amico di Candìde, il quale ha fatto un’attenta disamina delle tre religioni monoteistiche per spiegarne la genesi storica e i vari punti di contatto.

Una serata pienamente riuscita e gradevolissima, quindi, e sono soddisfatto di aver riaperto, pur timidamente, i battenti, come si suol dire, della sede di Candìde. L’Autore ha venduto e autografato anche alcune copie del libro. Se le partecipazioni saranno sempre così animate e costruttive, ricche di idee e spunti per le prossime presentazioni, proseguirò con la formula del salotto privato.

Ad majora, alla prossima!

Giovanni FF Bonomo – Centro Culturale Candide

IMG-20160211-WA0003

Ettore Comi – foto di Fabrizio Capsoni

 

Galleria fotografica

https://picasaweb.google.com/101174066929758991547/ViteImmortaliDiEttoreComiMursiaEd2015Presentazione1122016

 

 

Lascia un commento

Usiamo i Cookies per assicurarvi la miglior esperienza nel nostro sito. Se continui ad usare il nostro sito significa che sei d'accordo nell'utilizzo. Ok